giovedì 11 dicembre 2008

sweet home charlotte

PREMESSA:
Boris Diaw, e' noto, non disdegna la compagnia femminile.

Tanto e' vero che -narra la leggenda- abbia l'abitudine di affibiare ad ogni sua "amica" un nome di citta'. Per cui, quando dice "oh vado a fare un giro a Parigi" piuttosto che "faccio un salto a Miami", non sta parlando di tour europei o trasferte cestistiche, si riferisce alla biondina con il naso all'insu' piuttosto che alla brunetta latina conosciuta l'altro giorno.

Scusate la divagazione extra basket, ma dovevate saperlo, prima di leggere..

IL FATTO

Driiiin.
"Pronto?"
"Pronto, Boris, sono Steve (Kerr)... prepara tutto, devi andare a Charlotte"
"Aspetta aspetta... Charlotte, dici la brunetta carina amica di Roma?"
"NO NO, che hai capito! Ti abbiamo ceduto ai Bobcats, CIAOOOOOOOOOOOOOOOOO!"


nella foto, da sinistra a destra: Las Vegas, Boris Diaw, Buenos Aires, Cernusco sul Naviglio

4 commenti:

Randadatre ha detto...

las vegas e buenos aires potevi anche chiamarle locate e corbetta che cambiava poco

A_G ha detto...

non hai tutti i torti.

per dovere di cronaca: ci sono anche foto di Boris con delle vere gnocche in giro :-)

Tia ha detto...

Vedi,il mio blog preferito si aggiorna sempre nei momenti migliori e con le news migliori.
Anche se Aggio,aspetto la chicca anticipata ieri.

Ma...Denver?!

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie